Vai al contenuto
Europe

Europe

Carrello

Il tuo carrello è vuoto

Muay Thai VS Jiu Jitsu brasiliano

La crescente popolarità delle arti marziali miste ha portato molta attenzione su due delle arti marziali più efficaci al mondo: la Muay Thai, l'arte marziale di colpo in piedi più efficace, e il Jiu Jitsu brasiliano, l'arte marziale di presa più dominante.

A proposito di Brazilian Jiu Jitsu

Il Jiu-Jitsu brasiliano, o più comunemente conosciuto come BJJ, è sia un'arte marziale che uno sport. Si è sviluppato dall'arte marziale giapponese del Judo intorno al 1882. Il "jiu" nel Jiu-Jitsu e il "ju" nel Judo sono semplicemente sfumature anglicizzate e sono in realtà la stessa parola giapponese, che significa "gentile" o "morbido".

L'ascesa alla fama e all'importanza di BJJ ha ostacolato il dominio di Royce Gracie negli anni iniziali dell'Ultimate Fighting Championship (UFC) negli anni '90. Royce Gracie è un membro dell'importante famiglia Gracie di arti marziali che è stata fondamentale nello sviluppo del BJJ. L’eccellenza di Royce nel combattimento a terra ha portato l’attenzione sull’efficacia del BJJ e da allora l’arte del grappling si è sviluppata fino a diventare un appuntamento fisso nel repertorio di ogni artista marziale misto.

Su Muay Thai

La Muay Thai, o kickboxing tailandese, si è sviluppata dalle tradizionali arti marziali tailandesi della Muay Boran incorporando elementi della boxe occidentale all'inizio del XX secolo. Come la boxe, la Muay Thai competitiva prevede round prestabiliti, regole, guanti imbottiti e si svolge all'interno dei confini di un ring. La Muay Thai arrivò alla ribalta internazionale negli anni settanta e ottanta quando i combattenti tailandesi sconfissero importanti praticanti di altre arti marziali in combattimenti ben documentati e sanzionati.

La Muay Thai si differenzia maggiormente dalle altre arti pugili per l'uso di gomitate, ginocchia e calci di spinta (teep). Ad eccezione della testa, viene utilizzata ogni parte del corpo. I combattenti di Muay Thai sono ben noti per essere i combattenti più duri grazie all'intenso condizionamento del corpo trasformandolo essenzialmente in un'arma umana. Nel corso degli anni, la Muay Thai si è evoluta da uno sport da combattimento in cui i praticanti si allenano per competere, in un'attività fisica che comprende anche persone di tutti gli strati sociali che si allenano per fitness o svago. Puoi leggere di più sulla Muay Thai qui .

Quale è meglio?

Questo rimane un dibattito molto acceso con i sostenitori di entrambe le parti che avanzano le rispettive argomentazioni. I sostenitori della Muay Thai credono che il Nak Muay ben addestrato metterà KO il ragazzo del BJJ per farlo addormentare facilmente. Allo stesso modo, i fan del BJJ sono fiduciosi di strangolare il combattente di Muay Thai fino alla sottomissione una volta che il combattimento sarà portato a terra. Quindi quale dei due è più efficace se messo l’uno contro l’altro? 

In una situazione ipotetica in cui i 2 artisti marziali si incontrano, il combattente di Muay Thai che non ha esperienza nel combattimento a terra può essere reso completamente indifeso una volta portato a terra. Quindi, un Nak Muay puro senza allenamento nel grappling ha poche speranze di sfuggire alle numerose sottomissioni del BJJ. D'altra parte, un puro praticante di BJJ probabilmente ricorrerebbe a pugni inefficaci e non addestrati in uno scambio in piedi e sarà vulnerabile a una raffica di calci bassi, teep, pugni e calci al corpo della Muay Thai. Per qualcuno che non è condizionato a resistere ai colpi corporei, essere colpito da un Nak Muay esperto sarà un'esperienza straziante. 

In uno scontro di strada, i pugni sono l'arma più intuitiva da scegliere. Una persona con esperienza nella Muay Thai sarà in grado di difendere e contrattaccare efficacemente, ottenendo il vantaggio di essere dotata della conoscenza dell'uso di varie parti del corpo per colpire. Il praticante di BJJ idealmente affronterà il combattimento a terra e la maggior parte delle persone non avrà la capacità di sfuggire alle sottomissioni. In realtà, i combattimenti di strada non hanno regole. Mordere, armi, colpire sotto la cintura e più avversari sono tutti scenari possibili. È difficile dire quale sarà più efficace, anche se è sicuro affermare che sono entrambe abilità preziose contro antagonisti non addestrati.

Gran parte dei video tra i due che circolano regolarmente su Internet mostrano spesso una versione della Muay Thai per portatori di handicap o travisata in cui alcune mosse sono deliberatamente limitate. Nei casi in cui viene dimostrato che un esponente della Muay Thai riesce a sopraffare un praticante di Jiu Jitsu, il primo potrebbe aver avuto un addestramento per evitare i takedown. A meno che non venga autorizzata una serie di combattimenti in cui combattenti con pari esperienza vengono abbinati e viene loro concesso l’intero range di armi, qualsiasi conclusione sulla superiorità di un’arte marziale sarà solo una mera speculazione.

Paragonare la Muay Thai al BJJ è come paragonare le mele alle arance. Il Muay Thai è fondamentalmente un combattimento in piedi mentre il BJJ è un combattimento a terra con prese. In termini di tecniche, anche se può esserci una lunga lista di tecniche nel BJJ, la Muay Thai può essere molto tecnica con le mani (e le gambe) giuste, con infinite combinazioni di colpi e movimenti. Le basi della Muay Thai possono essere apprese molto rapidamente, ma entrambi i sistemi sono difficili da padroneggiare veramente senza anni di duro lavoro e grinta. Sono entrambi più efficaci nelle rispettive arene secondo le rispettive regole. Tuttavia, è interessante notare che esiste una percentuale più alta di KO rispetto alle sottomissioni nell'UFC, il che può attestare il vantaggio di colpire efficacemente nelle arti marziali miste.

Scegliere le Arti Marziali Giuste in cui Allenarsi

Chiunque abbia un interesse anche passeggero per le MMA, ha sicuramente familiarità con le mosse del BJJ come gli strozzatori alle braccia e le leve alle gambe. Uno degli aspetti più interessanti del BJJ è imparare l'ampia gamma di tecniche che possono essere eseguite per costringere un avversario ad arrendersi o fino a quando un'articolazione si rompe o qualcuno sviene perché soffocato.

Il BJJ è stato spesso descritto come un gioco di scacchi umani, un combattimento intellettuale in cui una persona più piccola può sconfiggere con successo una persona più grande con le tecniche adeguate e una buona strategia. Un ottimo esempio è la lotta di Royce Gracie del 2004 contro il famoso lottatore di sumo Akebono con un enorme vantaggio di peso di 300 libbre. Gracie è riuscita a sottomettere il colosso Akebono con il polso in soli 133 secondi.

La Muay Thai, d'altra parte, è un sistema di combattimento molto schietto. È progettato per ferire l'avversario, nel modo più diretto e doloroso. L'allenamento in sé è ad alta intensità cardiovascolare e comporta molto condizionamento e apprendimento meccanico. Questo è uno sport che può davvero rafforzare una persona sia fisicamente che mentalmente.

Ad un pubblico non esperto nelle arti marziali, la Muay Thai può apparire brutale e priva di ogni tecnicismo. Mentre alcuni combattenti adottano una strategia di pressione in avanti, favorendo pugni e calci incessanti, in realtà ci sono diversi stili di combattimento nella Muay Thai. Ad esempio c'è il Muay Khao che combatte con le ginocchia come arma principale; il Muay Sok a cui piace usare il gomito; e il Muay Femur (combattente tecnico) che è un tuttofare esperto in tutte le armi della Muay Thai. Il Muay Femur più famoso è la leggenda vivente Saenchai, il combattente tecnico per eccellenza, che spesso affronta avversari più alti e pesanti per poi surclassarli sul ring.

Per chi a questo punto è ancora indeciso su quale arte marziale scegliere, il modo migliore è semplicemente fare delle sessioni di prova per entrambe e poi vedere quale è più attraente. Quasi tutte le palestre da combattimento si rivolgono ai principianti e sempre più palestre MMA offrono entrambi questi corsi. In definitiva, non esiste alcuna barriera che impedisca a chiunque di praticare le due arti marziali contemporaneamente. Molti artisti marziali misti allenano entrambi per sviluppare un gioco a tutto tondo. Ma se puoi sceglierne solo uno, considera i punti evidenziati in questo articolo e decidi solo dopo aver partecipato ad alcune sessioni di prova. Qualunque sia la scelta, l’apprendimento delle arti marziali comporta molti vantaggi che si tradurranno in una vita attiva, significativa e più appagante.

x